Metodologia II - La Sessione di Biodanza I PDF Stampa E-mail

La sessione di Biodanza è una cerimonia di trasformazione interiore mediante la vivenzia. Essa consiste in un processo di integrazione dell'identità nei suoi aspetti viscerali e comportamentali.

 

Richiede che si compiano alcuni requisiti, quali la privacy, che è una condizione essenziale e indispensabile per la sua realizzazione.

 

La sessione di Biodanza non potrà mai essere una riunione danzante di carattere pubblico, in quanto è una fonte di vivenzie e non uno spettacolo, eccetto quando intenzionalmente si creano coreografie all'interno della linea di Creatività.

 

Le sessioni hanno, in alcuni momenti, passaggi espressivi di grande intimità, che si generano nell'assoluta sincerità dell'incontro. La sessione di Biodanza genera una libertà interiore che difficilmente si raggiunge nella vita pubblica.

 

Il luogo stesso dove si realizza la sessione di Biodanza deve possedere condizioni di dignità e di decoro proprie di un "centro del mondo", nel senso junghiano del termine, dove si inducono trasformazioni interiori.

 

Non si può quindi realizzare la sessione in un luogo pubblico. La presenza di estranei è pregiudizievole anche nel senso che, non comprendendo il contesto nel quale si realizza Biodanza, non percepiscono il mistero della vivenzia e potrebbero trasmetterne una visione distorta.

 

E' necessario pertanto preservare la bellezza intima e la privacy della sessione di Biodanza affinchè sia un'autentica cerimonia di trasformazione interiore.

Condividilo adesso con i tuoi amici...