Testimonianze gruppo 2001-02 PDF Stampa E-mail

"Se una vivenzia può durare un minuto, un'ora e mezza, due ore o anche un'attimo di eternità,

evinco che possa durare anche settantadue ore (salvo ulteriore continuità, mai porre limiti...),

giacchè un vero stato di grazia, una ininterrotta, beata "vivenzia" mi ha benedetta, immergendomi

in una sensazione di pienezza traboccante di pace con me stessa e con gli altri, di libertà e di

sicurezza, di vivificante contatto con il tutto, da sabato mattina fino ad ora... lunedì" (A.)

 

 

"Da quando faccio Biodanza ho imparato a vivere l'attimo qui e ora, in cui non esistono

fantasmi sterili della fantasia. Sento l'integrazione del microcosmo della mia vita, so che arriverà

altro. Intanto mi vivo sguardi dal sapore di eternità, carezze che hanno l'alito leggero della farfalla

e pur tuttavia sono solide e concrete" (C.).

 

 

"In Biodanza sento mani tenere, dolci, attente, protettive. E sento di voler ringraziare la vita.

Spero che le mie mani diano agli altri le stesse sensazioni che provo io" (E.)

 

 

 

 

 

 

 

 

"Nel relazionarmi con gli altri in Biodanza ho imparato a conoscere me stesso e ad ascoltare

di più gli altri. Prima ero spesso accondiscendente; anche quando non ne avevo voglia, dicevo

sempre di sì. Ho imparato ad ascoltarmi e a scegliere tutto ciò che mi fa stare bene.

Ho imparato a tirare fuori l'aggressività necessaria per difendere e proteggere la mia vita,

e soprattutto a farmi rispettare come essere umano" (L.)

 

 

"Non sono ancora capace di riportare in toto Biodanza nella mia vita, ma alcune cose sì. Come

il gusto di camminare a testa alta, respirando profondamente e con passo deciso. Questa è

una cosa che mi trovo a fare nel quotidiano. Mi dà grinta, mi aiuta ad avere sicurezza, così

come il difendermi dagli attacchi esterni mi viene più facile" (P.)

 

 

"Non dormivo così bene da tanto tempo, mi sembra un miracolo, io dormo ininterrottamente

tutta la notte e quando mi sveglio, sto bene! (B.)"

 

 

 

 

 

 

 

 

"Ho imparato a occuparmi di più di me stessa. Curo anche molto di più la mia alimentazione" (G.)

 

 

"Nel lavorare insieme, con i compagni del gruppo, sparisce tutto il resto, mi dimentico di tutto

e resta solo la gioia di essere insieme" (D.)

 

 

"L'accettazione e la stima che sento nel gruppo ha fatto sì che oggi ho il coraggio di espormi,

di esprimermi con la mia danza. Non mi sento giudicata e questo mi fa sentire capace, agile

e armoniosa. E' una sensazione bellissima!" (C.)

 

 

 

 

 

 

 

 

"Venire a Biodanza mi riconcilia con la vita" (F.)

 

 

"Quando ho iniziato a fare Biodanza ero disperata, mio marito mi aveva appena lasciata.

Questo è il mio secondo anno di frequenza, sono innamorata e felice. Tutto è cambiato,

la vita è stupenda!" (M.)

 

 

"Non sono cambiate le situazioni, sono cambiato io e vivo tutto quello che mi capita con serenità

e con un gran senso di leggerezza. Grazie a tutti!" (G.)

Condividilo adesso con i tuoi amici...

 

Tutti i diritti riservati - All rights reserved - Immagini, filmati e qualsiasi altro contenuto in forma scritta o multimediale sono di esclusiva ed unica proprietà di Anna Maria Ciccia.