Il movimento della vita PDF Stampa E-mail
Articolo di Mara D'Amico

 

"Che cosa succederebbe se, invece di limitarci a costruire la nostra esistenza, avessimo la follia o forse la saggezza di danzarla?"  (Roger Garaudy).

 

La danza, sin dagli albori della vita, è stata l'espressione più profonda dell'uomo. Una relazione intima tra il corpo e lo spirito. La danza è armonia, è vita.

 

Sempre più persone si iscrivono ai corsi di Biodanza. Ma cos'è la Biodanza?

L'uomo moderno, con i suoi impegni, con le sue folli corse, ha perso di vista il piacere di riscoprire la natura, le cose semplici della vita, l'essenza dell'essere. E la Biodanza è la risposta all'esigenza di essere tutt'uno con l'universo.

 

"Si tratta di un sistema per lo sviluppo e l'espressione delle potenzialità individuali - spiega Anna Maria Ciccia, psicologa, psicoterapeuta e direttrice della Scuola di Biodanza della Sicilia - che fa uso di un insieme di musiche ed esercizi studiati scientificamente per recuperare allegria, vitalità e gioia di vivere. Serve quindi a prevenire disturbi fisici e psicosomatici".

 

La Biodanza è una tecnica di crescita personale per l'uomo moderno e civilizzato, intrappolato nella tecnologia, che è ormai slegato dai moti primordiali della vita, quali le emozioni, gli istinti e la propria affettività. La Biodanza è il risveglio e il recupero di tutti quei legami con la vita sacrificati dalla civiltà moderna.

 

La parola biodanza deriva da "bios" che significa "vita" e danza che significa "movimento pieno di significato". La Biodanza è la "danza della vita",  permette di rivelare se stessi in armonia, aiuta a sciogliere blocchi e rigidità, stress e tensioni e aiuta a scoprire la bellezza del proprio vivere.

 

"La Biodanza - continua Anna Maria Ciccia - aiuta a risvegliare i sensi e tutte le funzioni del nostro essere. Attraverso la musica, la danza e il calore che scaturisce dall'incontro on altri esseri umani, si arriva a ribaltare la normale esperienza di realtà a cui siamo abituati".

E quante volte, in un momento di tensione, abbiamo desiderato di trovarci su un'isola sperduta, magari ascoltando lo sciabordio delle onde all'ombra di una palma? Quante volte abbiamo desiderato il silenzio? La Biodanza è linguaggio del silenzio, dell'emozione...

 

E forse anche qui, in Sicilia, proprio grazie a questa espressione d'arte, possiamo ritagliarci uno spazio tutto nostro, in cui ritrovare almeno un lembo di quell'isola sperduta.

 

"La danza genera il destino seguendo le medesime leggi del fiore sospinto dalla brezza"  (Rolando Toro)

 

 

Catania 9 marzo 2007  -   Da un'intervista alla Dott.ssa Anna Maria Ciccia

Condividilo adesso con i tuoi amici...

 

Tutti i diritti riservati - All rights reserved - Immagini, filmati e qualsiasi altro contenuto in forma scritta o multimediale sono di esclusiva ed unica proprietà di Anna Maria Ciccia.