Recensione del libro "Biodanza" di Rolando Toro PDF Stampa E-mail
Recensione di Anna Maria Ciccia del libro BIODANZA  - “Integrazione esistenziale e sviluppo umano attraverso la musica, il movimento, l’espressione dell’emozione”.
di Rolando Toro - A cura di Eliane Matuk – ed. red


Il tanto atteso libro di Rolando Toro, il primo sulla Biodanza, è finalmente nelle librerie. E’ il primo testo in cui l’autore spiega cos’è, come si svolge, quali benefici apporta la Biodanza da lui stesso elaborata.
 
Sembrava che questa pubblicazione fosse destinata a vedere la luce solo dopo la scomparsa di Rolando Toro, studioso instancabile, alla continua ricerca di una possibilità per l’essere umano di vivere meglio, intensamente e di essere felice, perché “la felicità, il paradiso, così come l’inferno, non sono altro che forme differenti di sensibilità davanti alla vita”.
 
La sua vasta cultura, la sua inquietudine intellettuale e la sua fecondità creativa lo hanno condotto a diversificare l’ambito della sua ricerca e a intraprendere studi specifici su determinati aspetti della sua teoria. La pubblicazione del libro veniva quindi rimandata, sia per i continui aggiornamenti in parallelo alle scoperte della scienza, sia perché l’autore ha voluto verificare l’efficacia del sistema Biodanza prima della divulgazione dello stesso.
 
Il testo contiene la teoria nella sua integrità e gli aggiornamenti fatti dall’autore nel corso di 18 anni. Rolando Toro scrive sotto la forza torrenziale delle sue idee e del suo entusiasmo nei confronti della vita. La sua proposta è quella di riscattare il valore intrinseco all’esistenza, espresso nell’unicità di ogni momento vissuto.
 
La ricerca di sé in Biodanza si compie attraverso una sensibilizzazione profonda alla vita che è in noi stessi, nell’altro, nella natura. L’autore non propone soluzioni ai misteri che permeano l’esistenza umana, ma la possibilità di condividerli nell’amore. E questo lo realizziamo con l'aiuto deil linguaggio eterno della musica e la straordinaria capacità trasformativa della danza, intesa come movimento di vita.

Egli riassume poeticamente in una frase le sue riflessioni sulla relazione umana, e sulle perplessità dell’uomo davanti agli enigmi incomprensibili della vita, che hanno ispirato la sua teoria: “Di fronte al terrore delle origini, di fronte alla solitudine inesorabile dell’infinito, gli esseri umani cercano una risposta guardandosi negli occhi. Le nostre esistenze non sono lasciate al caso come delle meteoriti ardenti nello spazio concavo, bensì nascono dalla linfa millenaria del grande creatore della vita, dall’‘utero cosmico’ che si nutre e respira con l’amore degli elementi. Nella luce delle origini, nella radura paradisiaca della realtà, noi ci cerchiamo reciprocamente”.
 
Grazie a Rolando Toro che con il suo libro consente a tutti di accostarsi al suo pensiero che spero, risvegli in chi lo legge, il desiderio di sperimentare la bellezza e la magia di questo strumento meraviglioso che è la Biodanza. 

Anna Maria Ciccia - luglio 2003

Condividilo adesso con i tuoi amici...

 

Tutti i diritti riservati - All rights reserved - Immagini, filmati e qualsiasi altro contenuto in forma scritta o multimediale sono di esclusiva ed unica proprietà di Anna Maria Ciccia.