Una lezione di Biodanza in classe. PDF Stampa E-mail

Non è facile stupire i ragazzi di oggi, abituati ai giochi telematici che cambiano da un giorno all'altro. Eppure lo scorso 2 maggio, entrando nella quinta D del Circolo Didattico "Falcone", è stato sorprendente vedere come tutta la scolaresca fosse così attenta e coinvolta da una lezione di Biodanza tenuta dalla dottoressa Anna Maria Ciccia, psicoterapeuta e responsabile della Scuola di Biodanza della Sicilia.

 

L'iniziativa è stata promossa dall'insegnante curriculare Luana Ruggero che, essendo allieva della dottoressa, ha pensato di far conoscere ai suoi alunni questo movimento di pensiero creato dal Prof. Rolando Toro, psicologo e antropologo cileno. I ragazzi avevano avuto modo di ascoltare dalla propria insegnante le prime nozioni di movimento e musica, mostrando di apprezzare il tutto, ma invitare in classe un esperto è cosa ben diversa!

 

Ciò che è emerso dall'intervista alla dottoressa Ciccia è stata la serietà e profondità delle domande da parte degli alunni, domande che di certo avevano preparato; ma la gioia che la dottoressa era riuscita a trasmettere loro li ha resi così sicuri di sè che sono venute fuori domande ancora piu' interessanti e profonde. Il tono pacato e nello stesso tempo rassicurante dell'esperto ha fatto sì che si scavasse nei meandri piu' reconditi del significato stesso della Biodanza.

 

Scopo di questa lezione è stato spiegare a una classe di bambini di dieci anni come muoversi a suon di musica, lasciando venir fuori tutto ciò che di bello c'è dentro di noi, ascoltando solo ciò che il cuore ci suggerisce. Guardarsi negli occhi e trasmettersi messaggi di serenità, trasparenza, lealtà, autostima e piu' di ogni altra cosa gioia. Gioia di stare insieme,  seguire la voce del nostro corpo e muoversi con la musica della vita. Dopo una iniziale paura di mostrarsi e una lieve diffidenza dovuta all'imbarazzo, la scolaresca si è affidata alle indicazioni della dottoressa e dolcemente e a suon di musica si è lasciata guidare.

 

Alla fine della lezione ogni alunno ha manifestato sensazioni di gioia,  felicità, libertà, armonia con i compagni, e la bella sensazione di "cancellare i pensieri tristi di quel giorno".

 

Irene Confalone - 5 maggio 2007

 

 

Condividilo adesso con i tuoi amici...

 

Tutti i diritti riservati - All rights reserved - Immagini, filmati e qualsiasi altro contenuto in forma scritta o multimediale sono di esclusiva ed unica proprietà di Anna Maria Ciccia.