Biodanza con gli Anziani PDF Stampa E-mail

La nostra cultura discrimina gli anziani perchè non rappresentano una forza produttiva. Questo fenomeno contrasta con le tradizioni di popolazioni primitive, dove gli anziani orientavano il destino della comunità, in quanto possedevano l'esperienza, la saggezza e la memoria del popolo. Il deterioramento naturale, prodotto dall'invecchiamento, è invece accentuato tragicamente nella nostra società che priva gli anziani dell'allegria di vivere. 

 

Biodanza riconosce il valore spirituale, culturale e umano degli anziani, i quali possono apportare alla comunità, tra l'altro, i loro potenziali tardivi. La proposta è restituire agli anziani la loro autostima, le loro motivaziuoni esistenziali e la loro capacità di vincolo. Secondo la Biodanza, il processo di invecchiamento accade a spirale e non in cerchio chiuso. La spirale esistenziale dell'uomo si sviluppa in un processo di permanente socializzazione, in cui le azioni e le esperienze vengono raffinate in ogni giro della spirale.

 

Biodanza è un sistema di sviluppo umano e di espressione dei potenziali, basato su esercizi dolci e armoniosi, accompagnati da musiche. Praticare Biodanza non solo previene i processi di deterioramento, ma restituisce funzioni eventualmente già deficitarie; in questo senso si può parlare di rivitalizzazione di tutte le funzioni.

 

La Biodanza dona all'adulto anziano la possibilità di sperimentare con pienezza le sue vivenzie a livello corporeo, con esercizi che arricchiscono e potenziano tutta la sua dimenzione umana, rafforzando la sua motivazione a vivere e soddisfacendo tutte le necessità psicologiche, intellettuali, trascendenti e spirituali.

 

I processi di autoregolazione assicurano livelli più elevati di salute fisica e mentale. Il recupero dell'autoimmagine restituisce agli anziani il sentimento di dignità e permette di superare i complessi di decadimento e di inutilità. Alcuni esercizi di Biodanza sono destinati a rafforzare l'identità degli anziani, identità costantemente minacciata dai pregiudizi culturali.

 

Gli esercizi di contatto producono spesso stimolazione erotica, cosa che arricchisce la loro stimolazione a  vivere. L'interazione affettiva ed erotica è indispensabile per la salute. L'integrazione delle funzioni motorie si realizza all'interno di un contesto di gruppo, in modo progressivo e in un'atmosfera affettiva.  La motivazione affettiva ha il potere di stimolare i movimenti integrati, coerenti con l'emozione. Gli esercizi di incontro, danze in coppia e le ronde risvegliano emozioni felici di amicizia e, a volte, di amore. La motivazione affettiva è l'incentivo maggiore per l'aumento del desiderio di vivere.

 

Le attività creative, come la danza, la pittura, la forografia, il teatro, ecc., attivano la percezione, la sensibilità e hanno un effetto sulla creatività esistenziale.

 

La pratica della Biodanza stimola le funzioni motorie dell'anziano, aumentandone la fluidità , la coordinazione, l'espressività e l'eutonia, impedendo la rigidità e l'acinesia. Gli esercizi proposti agli anziani sono progressivi, devono evitare l'affaticamento e stimolare il valore personale. L'eliminazione dello stress attraverso esercizi di armonizzazione, fluidità e accarezzamento ristabilisce l'equilibrio neuro-endocrino e l'omeostasi.

 

Si verifica frequentemente che persone anziane che frequentano regolarmente Biodanza per lunghi periodi sperimentano segnali di inequivocabile ringiovanimento. 

Condividilo adesso con i tuoi amici...

 

Tutti i diritti riservati - All rights reserved - Immagini, filmati e qualsiasi altro contenuto in forma scritta o multimediale sono di esclusiva ed unica proprietà di Anna Maria Ciccia.